Monday, March 7, 2011

Gattò di patate

Il gattò ( o anche gatò, gàteau) di patate è un piatto unico di origine napoletana, molto gustoso e pratico, può anche essere consumato freddo oppure riscaldato il giorno dopo.
Fra gli ingredienti di questo gattò ci sono il prosciutto cotto, il salame, la scamorza ecc., però se avete altri formaggi e salumi avanzati e volete utilizzarli, questa è la giusta occasione per fare piazza pulita. Più gli ingredienti sono vari più il gattò risulta saporito.
Proviamo invece ad analizzare il significato della parola "gattò". Sembrerebbe che il gattò fu inventato in occasione delle nozze della regina Maria Carolina, figlia di Maria Teresa Lorena-Asburgo moglie di Ferdinando I Borbone, nel 1768, da allora Napoli divenne luogo di confronto delle grandi cucine europee. La nuova Regina introdusse nella capitale il gusto francese e la consuetudine di affidare il servizio di cucina ai "monsieurs", i cuochi dell'alto rango, fu così che nell'arco di pochi decenni alcune tradizionali pietanze partenopee, tra cui il gattò, assunsero denominazioni francesi. Quindi possiamo asserire che la parola gattò non è altro che il modo dialettale dei napoletani di pronunciare la parola francese "gàteau", che significa tortino o torta.
Ma veniamo adesso alla preparazione di questa delizia:


Ingredienti per 4 persone:

800 gr Patate
2 uova
Latte q.b.
50 gr parmigiano grattugiato
30 gr pecorino romano grattugiato
50 gr prosciutto cotto
50 gr salame
150 gr provola affumicata
100 gr mozzarella
olio d’oliva
sale, pepe
un ciuffo di prezzemolo
pan grattato q.b.
burro q.b.

Pulite bene le patate e lessatele per 30 minuti dal bollore. Nel frattempo preparate gli altri ingredienti: tagliate il prosciutto, il salame, la mozzarella e la provola a cubetti. Appena le patate saranno cotte, scolatele, sbucciatele e passatele allo schiacciapatate. Mettete il passato in una ciotola capiente, aggiungete il latte, le uova precedentemente sbattute, il parmigiano ed il pecorino grattugiato, il prezzemolo tritato, sale, pepe e l'olio. Amalgamate il tutto e poi aggiungete la provola, la mozzarella, il prosciutto ed il salame tagliati a cubetti. Amalgamate con cura con un cucchiao di legno. Ungete una teglia da forno profonda con il burro, spolverizzatela con il pangrattato e versatevi il composto, livellate con un cucchiao e spolverizzate con altro pangrattato. Distribuite sul gattò i ciuffetti di burro ed infornate a 180° C per 35-40 minuti. Al termine, il gattò dovrà risultare ben gratinato. Toglietelo dal forno, lasciatelo intiepidire per 10 minuti e servite.
Buon appetito!

No comments:

Post a Comment