Saturday, May 21, 2011

Piadina Romagnola

La piadina Romagnola è conosciuta ed apprezzata in tutta Italia e anche nel resto del mondo. Ha origini antichissime, veniva preparata fin dai tempi dei romani, ma all’epoca la si trovava unicamente sulle tavole delle famiglie contadine al posto del pane.
Solo negli anni venti vi fu l’aggiunta nell’impasto dello strutto e del bicarbonato e si ottenne così la piadina che conosciamo oggi, che si è inserita nella cucina tradizionale romagnola fra i prodotti gastronomici tipici e che conquista tutti i turisti, e non, della Romagna. Si può mangiare calda oppure fredda, è buonissima da sola oppure farcita con il salame, il prosciutto crudo, la salsiccia, i formaggi, le verdure gratinate o con rucola e stracchino. Vi è anche chi la preferisce con una farcitura dolce, e cioè con nutella, miele o marmellata. Io la preferisco con prosciutto crudo e brie, la accompagno volentieri con un ottimo bicchiere di Trebbiano di Romagna.
Nell’attesa che arrivi l’estate, così da poter andare in riviera e poterla gustare nella versione classica o con i vari ripieni, la preparo a casa così:


Ingredienti per 5 piadine:
200 gr di farina “00”
1 cucchiaio di olio evo
125 ml di latte
½ cucchiaino di miele
Un pizzico di sale
7 gr di lievito istantaneo
Pepe a piacere

Per farcire
Prosciutto crudo 200 gr
Stracchino o brie 200 gr
Rucola 30 gr
In una terrina mescolate la farina con il sale e il lievito istantaneo, formate una fontana e mettete al centro l’olio, il pepe, se lo gradite (foto 1) e, gradualmente, il latte, in cui avrete sciolto il miele, amalgamando il tutto con l’aiuto di una forchetta (foto 2). Una volta incorporato tutto il latte lavorate l’impasto con le mani fino ad ottenere una palla ben amalgamata, dividetelo in 5 palline uguali (foto 3)e lasciatele riposare per circa un quarto d’ora.
Con un matterello stendete ogni pallina in un disco sottile del diametro di 26 cm circa (foto 4). Fate riscaldare una padella antiaderente dello stesso diametro e cuocetevi le piadine:
fate cuocere a fuoco medio un lato per un minuto, poi giratela, farcitela nella padella con prosciutto crudo, stracchino (o brie) e rucola (foto 5), piegatela su se stessa, lasciatela per altri 30 secondi.
Buon appetito!

Emilia Romagna piadina

Emilia Romagna piadina is known and appreciated throughout Italy and in the rest of the world. It has ancient origins, it was prepared since Roman times, but at that time it was only found on the tables of peasant houses instead of bread.
Only during the twenties, with the addition of lard and baking soda in the dough, they got the flatbread (piadina) that we know today, that fits in traditional local cuisine among the typical gastronomical products and that wins all Romagna tourists. It can be eaten hot or cold, it is delicious itself or stuffed with salami, cured ham, sausage, cheese, cooked vegetables au gratin or with rocket (arugula) and Stracchino (soft fresh cheese produced in Lombardy). There are also those who prefer it with a sweet filling, and that is with Nutella chocolate spread, honey or jam. I prefer it with cured ham and brie cheese, also I have pleasure in serving it with an excellent glass of Romagna Trebbiano wine.
Waiting for the summer to arrive, in order to visit the Emilia Romagna riviera and to enjoy it in the classic version or with different fillings, that’s how I prepare it at home:

Ingredients for 5 Piadina:
Flour 200 g (7.05 oz)
Extra virgin olive oil 1 tblsp
Milk 125 ml (4 fl oz)
Honey ½ teaspoon
A pinch of salt
Instant yeast (or baking soda) 7 g (0.25 oz)
Pepper to taste

For the filling
Cured ham 200 g (7.05 oz)
Soft cheese or brie cheese 200 g (7.05 oz)
Rocket (arugula) 30 g (1.05 oz)
In a bowl mix the flour with salt and the yeast, make a wheel and put in the center  the oil, pepper if you like it (pic. 1), and gradually the milk, in which you have previously melted the honey, then blend everything with the aid of a fork (pic. 2). Once you have mixed in all the milk knead the dough with your hands until you will obtain a well mixed ball, then divide into 5 equal balls (pic. 3) and let them rest for about a quarter of an hour.
With the aid of a rolling pin, roll out each ball into a thin disk of  26 cm (10.24 inches) in diameter (pic.4). Pre-heat a pan of the same diameter and cook the piadinas:
over medium heat cook one side for a minute, then turn it over, fill it in the pan with cured ham, soft cheese (or brie) and rocket salad (pic. 5), then fold in on itself and let it cook for another 30 seconds.
Bon appetit!

Sunday, May 15, 2011

Spaghetti con la ricotta

Ecco un primo delicato, veloce da preparare e non tanto calorico: la pasta con la ricotta.
Questa ricetta è molto semplice e rapida, ma al contempo ottima.
Attenzione alla ricotta però, perché è importante per la buona riuscita di questo piatto, deve essere freschissima!... Basta una leggera nota acidula per compromettere il risultato.
Ecco la ricetta:

Ingredienti per 4 persone:
400 gr di spaghetti
300 gr di pomodori
150 gr di ricotta
1 spicchio d’aglio
4 cucchiai di olio evo
Qualche foglia di basilico
Parmigiano q.b.
Sale
Pepe
In una casseruola fate imbiondire l’aglio nell’olio, aggiungete i pomodori pelati, salate, pepate e fate cuocere per circa 15-20 minuti,  poco prima di spegnere la fiamma unite il basilico (foto 1).
In una pentola portate ad ebollizione abbastanza acqua, salatela e tuffatevi gli spaghetti.
Sbriciolate la ricotta in una ciotola, scolate gli spaghetti al dente e versateli nella ciotola con la ricotta e mescolate. Aggiungete il sugo di pomodori, due cucchiai dell’acqua di cottura degli spaghetti, una macinata di pepe (foto 2), amalgamate il tutto e spolverizzate con il parmigiano.
Buon appetito!

Spaghetti with ricotta cheese

Here's a dainty, low-calorie and quick to prepare first course: pasta with ricotta.
This recipe is very simple and quick, and yet very good.
Give the right attention to ricotta though, because it is essential for the success of this dish, it must be fresh! ... Just a slight sour note to compromise the result.
Here's the recipe:

Serves 4


Ingredients:
Spaghetti 400 g (14.11 oz)
Tomatoes 300 g (10.59 oz)
Ricotta cheese 150 g (5.30 oz)
1 clove of garlic
Extra virgin olive oil 4 tablespoons
A few basil leaves
Parmesan cheese to taste
Salt to taste
Pepper to taste

In a saucepan brown lightly the garlic with the olive oil, add the peeled tomatoes, season with salt and pepper and cook for about 15-20 minutes, just before turning off the heat, add the basil leaves (picture 1).
In a pot bring enough water to the boil, add salt and dip in the spaghetti.
Crumble the ricotta cheese into a mixing bowl, drain the spaghetti, reserving two tablespoons of the cooking water, and pour them into the bowl with the ricotta. Then mix in the tomato sauce, the cooking water and pepper (picture 2), blend everything and sprinkle with Parmesan cheese.
Bon appetit!

Saturday, May 14, 2011

Paella di pesce

Vi sono molte affinità tra la cucina italiana e quella spagnola: entrambe hanno forti influssi mediterranei, per entrambe gli aromi base sono aglio, cipolla e peperoncino,  ed entrambe sono caratterizzate dalla presenza del pomodoro, del pesce, della mescolanza di sapori diversi e contrastanti tra loro.
Il piatto che vi propongo oggi è tipicamente spagnolo, molto apprezzato anche in Italia per i motivi sopra citati, che si può preparare con tutti gli ingredienti che si vuole. Sto parlando della paella, che prende il nome dalla particolare padella in cui viene preparata.
Ne esistono svariate versioni, la mia deriva dalla tipica paella de marisco (di mare).

Ingredienti per 4 persone:
450 gr di riso
450 gr di pesce misto (moscardini, calamari, seppioline ecc.)
1 peperone
100 gr di piselli surgelati
4 pomodori pelati
1 ciuffo di prezzemolo
1 spicchio d’aglio
Peperoncino a piacere
4 cucchiai di olio evo
Vino bianco q.b.
Sale q.b.
Acqua
Pulite il pesce e tagliatelo a pezzetti, portate abbastanza acqua salata ad ebollizione.
Mettete 3 cucchiai di olio in una padella capiente, aggiungete l’aglio tritato e fate riscaldare. Aggiungete il pesce (foto 1-2), il peperoncino e fate saltare per qualche minuto (foto 2), poi aggiungete i piselli, il peperone tagliato a quadrotti e lasciate insaporire per 5 minuti circa (foto 3). 
Aggiungete i pomodori pelati (foto 4), fate insaporire per altri 5 minuti e aggiungete il riso (foto 5). Sfumate con il vino bianco (foto 6).
Sciogliete lo zafferano in una tazza di acqua salata bollente e versatela nel riso, mescolate, poi versate altra acqua salata fino a coprire completamente il riso (foto 7). Lasciate cuocere, senza mescolare, aggiungendo altra acqua se necessario.
Una volta cotto il riso, fate asciugare e aggiungete il prezzemolo tritato (foto 8).
Buon appetito!

Paella with fish

There are many similarities between the Italian and Spanish cuisine: they both have strong Mediterranean influences, for both of them the basic flavours are garlic, onions and chilli, and both of them are characterized by the presence of tomatoes, fish and by the mixture of different and clashing flavours.
Today’s dish is typically Spanish, though it is largely appreciated in Italy too, maybe due to the above mentioned reasons. It can be prepared with all the ingredients you want, I'm talking about the paella, of course, which takes its name from the special skillet it is prepared with.
There are several versions of this dish, mine comes from the typical paella de Marisco (seafood).

Serves 4


Ingredients:
Rice 450 g (15.87 oz)
Mixed fish (eledone, squid, cuttlefish, etc..) 450 g (15.87 oz)
Pepper 1
Frozen peas 100 g (3.52 oz)
Peeled tomatoes 4
1 sprig of parsley
1 clove of garlic
Chilli pepper to taste
Extra virgin olive oil 4 tablespoons
White wine to taste
Salt to taste
Water
Clean the fish and cut it into pieces, bring enough salted water to the boil.
Put 3 tablespoons of olive oil in a pan, add the chopped garlic and let it cook until warmed through. Add fish (picture 1-2), the chilli pepper and sauté for a few minutes (picture 2), then add the peas, the pepper cut into squares and cook for about 5 minutes (picture 3).

Add the peeled tomatoes (picture 4), cook for 5 more minutes, then add the rice (picture 5). Add white wine and simmer until reduced (picture 6).
Dissolve the saffron in a cup of boiling salt water and pour it in the rice, stir, then pour more salt water to completely cover the rice (picture 7). Let cook, without stirring, adding more water if necessary.
When the rice is cooked, add the chopped parsley (picture 8).
Bon appetit!

Sunday, May 8, 2011

Torta cuore di mamma


TANTI AUGURI MAMMA!!!
In occasione della festa della mamma ho preparato questa torta a forma di cuore per fare una sorpresa davvero speciale alla mia mamma e a tutte le mamme del mondo.
La decisione di farla a forma di cuore è stata ispirata dalla seguente frase citata dallo scrittore francese Honorè De Balzac:
“Il cuore di una madre è un abisso in fondo al quale si trova sempre un perdono”…
Ecco la ricetta:

Ingredienti:
Per la pasta frolla
300 gr di farina
100 gr di zucchero
1 uovo e 1 tuorlo
150 gr di burro
1 cucchiaino di bicarbonato
1 pizzico di sale


Per farcire e decorare
350 gr di fragole
50 gr di zucchero
1 pizzico di sale
1 pizzico di cannella
200 ml di panna da montare
3 fogli di gelatina (colla di pesce)

In una terrina mischiate la farina, lo zucchero ed il bicarbonato, formate una fontana ed al centro mettete l'uovo ed il tuorlo, un pizzico di sale ed il burro liquefatto. Impastate fino a che l'impasto risulti lisco ed omogeneo, formate una palla, avvolgetela in carta velina e fatela riposare in frigo per una mezz'oretta circa.
Stendete l’impasto su di un foglio di carta da forno e  trasferitelo in una teglia a forma di cuore in modo da ricoprire anche i bordi. Bucherellate la superficie con una forchetta (foto 1) e mettete sopra un altro foglio di carta da forno, versatevi dei fagiolini secchi (foto 2) ed infornate in forno preriscaldato a 160°C per 20-25 minuti (foto 3).

Lavate e mondate le fragole, frullatene 200 gr, tagliatene a pezzettini 75 gr e tenete da parte 75 gr della stessa grandezza per decorare.
Fate ammollare la gelatina in acqua fredda per circa 10 minuti.

Versate le fragole frullate in un pentolino, aggiungete lo zucchero, il sale e la cannella, fate riscaldare e aggiungete la gelatina strizzata, mescolate fino a farla sciogliere, togliete il pentolino dal fuoco e fatela intiepidire girando di tanto in tanto (foto 4). Potete anche metterla in frigo per velocizzare l’operazione.

Montate la panna, incorporatevi delicatamente il composto di fragole, unite le fragole tagliate a pezzetti (foto 5) e versate il composto nel cuore di pasta frolla che avrete sformato su di un piatto da portata (foto 3). Livellate e lasciate riposare in frigo per un paio d’ore (foto 6).
Decorate con le fragole tagliate a metà e ciuffetti di panna.
Buon appetito!

Mother's heart cake


HAPPY MOTHER’S DAY, MOM!
On the occasion
of Mother's Day I have prepared this heart shaped cake to make a special surprise to my mother and to all mothers in the world.
The decision to make a heart shape cake was inspired by the following quotation of the French writer Honoré de Balzac:
"The heart of a mother is an abyss at the bottom of which there is always forgiveness” ...
Here's the recipe:

 Ingredients:
For the short pastry
Flour 300 g (10.58 oz)
Sugar 100 g (3.52 oz)
1 egg and 1 egg yolk
Butter 150 g (5.29 oz)
1 teaspoon of baking soda
1 pinch of salt

For the filling and to decorate
Strawberries 350 g (12.34 oz)
Sugar 50 g (1.76 oz)
1 pinch of salt
1 pinch of cinnamon
Whipping cream 200 ml (7 fl oz)
Gelatine leaves 3


Prepare the short pastry: Blend into a mixing bowl the flour, the sugar and the baking soda then make a weel in the flour and put in the center the eggs, a pinch of salt and the cold butter. Knead quickly with the aid of a fork until it appears homogeneous, make a ball and wrap it in a clingfilm and let it settle in the refrigerator for about half an hour.
Roll out the short pastry on a sheet of baking paper, then place it into a heart shaped baking tray in order to cover up the edges.
Riddle the base with holes by using a fork (photo 1), cover with another sheet of baking paper, pour some dried beans (photo 2) and bake in preheated oven at 160°C (320°F) for 20-25 minutes (photo 3).

Wash and peel the strawberries, then blend 200 grams (7.05 oz), cut 75 g (2.64 oz) into small pieces and set 75 g (2.64 oz) of the same size aside to decorate.
Soak the gelatine in cold water for about 10 minutes.

Pour the blended strawberries into a saucepan, add sugar, salt and cinnamon, let it heat over low flame, then add the squeezed gelatine, stir until it dissolved, remove the saucepan from the heat and leave it to cool stirring occasionally (photo 4). Also, to speed up the process, you can put it in the fridge.

Whip the cream, gently mix in the strawberries mixture and the chopped strawberries (photo 5), then pour the mixture in the heart shaped short pastry previously turned out on a platter (photo 3). Even it out (photo 6) and let it rest in refrigerator for a couple of hours.
Decorate with the cut in halves strawberries and tufts of whipped cream.
Bon appetit!

Saturday, May 7, 2011

Meringhe


La meringa è una preparazione dolce a base di albume d’uova e di zucchero a velo. E’ tipica della cucina italiana e di quella francese. La meringa è un dolcetto leggerissimo e friabile, può essere consumato da solo ma è anche ottimo per la decorazione di vari tipi di torte.

Ingredienti:
2 cucchiaini di succo di limone
1 bustina di vanillina
300 gr di zucchero
150 gr di albume
In un contenitore, montate gli albumi con metà dello zucchero e la vanillina, man mano che diventano bianchi, aggiungete il succo di limone e il restante zucchero a cucchiaiate. Continuate a montare per circa 10 minuti finché otterrete un composto bianco, denso e che non cola (foto 1).
 Rivestite una teglia di carta da forno, mettete il composto in una sac a poche con bocchetta liscia e fate dei ciuffetti di meringa sulla teglia (foto 2).
Infornate in forno a 140°C per un’ora e mezza circa. Prima di toglierle dal forno apritene una, se è morbida internamente lasciatele in forno ancora un po’.
Buon appetito!

Meringue

Meringue is a type of dessert made fromegg whites and confectioner’s sugar. It is typical of Italian and French cuisine. Meringue is a light and crumblydessert that can be eaten alone and it is, also, great for decoratingdifferent types of cakes.

Ingredients:
Lemon juice 2 teaspoons
Vanilla extract 1 teaspoon
Sugar 300 g(10.58 oz)
Egg white 150 g (5.29 oz)

In a mixing bowl, beat the egg whites with half of the sugar and the vanilla, then, as the egg whites stiffs, add the lemon juice and spoonfuls of the remaining sugar, continue beating for about 10 minutes until you get a white and thick mixture that doesn’t run down (photo 1).
 Line a baking tray with baking paper, pour the mixture into a pastry bag with smooth nozzle, and then make meringue tufts on the baking tray (photo 2).
Bake to 140°C (284°F) for about an hour and a half. Before taking them out of the oven open one, if the inside is soft let them bake a little bit longer.

Bon appetit!

Friday, May 6, 2011

Tortine di carote

Le tortine alle carote sono dei dolcetti veloci da preparare, deliziosi, ottimi per la prima colazione e molto buone e nutrienti per la merenda dei bambini.

Ingredienti:
2 uova
200 gr di zucchero
300 gr di carote
100 gr olio di semi di mais
100 ml di latte
300 gr di farina
100 gr di mandorle
1 bustina di lievito
Un pizzico di cannella e buccia d'arancia (a piacere)
Zucchero a velo per decorare

Sbucciate le carote e tritatele, poi tritate le mandorle. Sbattete le uova con lo zucchero (foto 1), poi aggiungete gradualmente l'olio, il latte, le carote (foto 2) e le mandorle tritate (foto 3), per finire la farina setacciata con il lievito.
Versate il composto nei pirottini (foto 4) oppure se preferite in una tortiera grande ed infornate a 170°C per 20 minuti (foto 5). Sformate e decorate con lo zucchero a velo.
Buon appetito!

Carrot cupcakes

Carrot cupcakes are quick to prepare desserts, they are delicious, great for breakfast and are, also, a very good and hearty snack for children.

Carrot cupcakes

Ingredients:
Eggs 2
Sugar 200 g (7.05 oz)
Carrots 300 g (10.58 oz)
Corn oil 100 g (3.52 oz)
Milk 100 ml (3.50 fl oz)
Flour 300 g (10.58 oz)
Almonds 100 g (3.52 oz)
Baking powder 7 g (0.25 oz)
A pinch of cinnamon and orange peel (to your taste)
Icing sugar to decorate

Peel and chop the carrots, then chop the almonds. Beat the eggs with the sugar (photo 1), then gradually add the oil, the milk, the chopped carrots (photo 2) and almonds (photo 3), and in the end sift the flour with the baking powder.
Pour the mixture into fluted paper cases (photo 4) or if you prefer in a large baking tin and bake at 170°C (338° F) for 20 minutes (photo 5). Turn out and decorate with icing sugar.
Bon appetit!

Tuesday, May 3, 2011

Pollo agli aromi in casseruola

Ieri sera per cena ho preparato questo secondo semplice e veloce, che ho preso dal mensile “cucina moderna”.
Il pollo agli aromi in casseruola è un ottimo piatto, adatto ad ogni tipo di occasione anche per la sua veloce preparazione. Ecco la ricetta:

Ingredienti per 4 persone:
un pollo di circa un kg tagliato a pezzi
2 cipolle rosse
uno spicchio d'aglio
80 gr di mandorle in scaglie
un dl di succo di limone
un dl di miele
salsa Tabasco (facoltativa)
una stecca di cannella
un ciuffo di prezzemolo
2 cucchiai di olio evo
20 gr di burro
pepe rosa in salamoia
Tritate l'aglio, affettate al velo le cipolle e rosolatele nell'olio e burro, unite il pollo e fatelo colorire uniformemente (foto 1). Bagnatelo con il succo di limone, aggiungete il miele, 4-5 gocce di Tabasco (se lo usate) e la cannella spezzettata. Lasciate insaporire tutto su fuoco vivo (foto 2), poi abbassate la fiamma, coprite e cuocete per 40 minuti. Tostate le mandorle in una padella antiaderente, unitele al pollo insieme a un cucchiaio di pepe rosa sgocciolato e a un ciuffo di prezzemolo tritato. Lasciate il pollo sul fuoco ancora per qualche minuto in modo che si amalgamino i sapori e servitelo ben caldo.
Buon appetito!

Chicken with aromas

Last night for dinner I prepared this simple and fast main course, I took down from the Italian monthly "Cucina moderna”.
The chicken with aromas is a great dish, suitable for any occasion, also due to its quick preparation. Here's the recipe:


Serves 4

Ingredients:
Chicken about 1 kg (2,20 pounds) cut into pieces
Red onions 2
A clove of garlic
Flaked almonds 80 g (2,82 oz)
Lemon juice 1 dl (3,38 fl oz)
Honey 1 dl (3,38 fl oz)
Tabasco sauce (optional)
A cinnamon stick
A sprig of parsley
2 tablespoons of extra virgin olive oil
Butter 20 g (0,70 oz)
Pink peppercorns in brine to taste
Mince the garlic, slice the onions and sauté with the oil and the butter, add the chicken and let it brown evenly (photo 1). Sprinkle with lemon juice, add honey and 4 or 5 drops of Tabasco (if you are using it) and the diced cinnamon. Let everything season over high heat (photo 2), then lower the heat, cover and cook for 40 minutes. Roast the almonds in a non-stick pan, add them to the chicken with a tablespoon of drained red peppercorns and the chopped sprig of parsley. Leave the chicken on the stove for a few more minutes so that the flavors can mix together and serve it hot.
Bon appetit!

Calamari ripieni

Il calamaro è un mollusco cefalopode con corpo allungato. Ha un mantello cilindrico sopra il capo che contiene gli organi interni. Nel mantello è anche presente una conchiglia trasparente allungata a forma di spada, per questo detta gladio. Nel comprarli è preferibile scegliere i più piccoli perché sono più teneri e gustosi. Se sono freschi hanno un colore intenso e brillante, quando non lo sono tendono a ingiallire.
In cucina è un pesce che si presta a varie preparazioni, è ottimo fritto e si presta benissimo per la preparazione di ottime insalate di pesce, nella versione che vi propongo oggi diventa un ottimo secondo piatto.

Ingredienti per 2 persone:
Calamari 4-5
Pane raffermo 2-3 fette
3 spicchi d’aglio
3 filetti d’acciughe
Parmigiano reggiano grattugiato 30 gr
1-2 uova
Sale e pepe q.b.
Un ciuffo di prezzemolo
Olio d’oliva q.b.
Vino bianco q.b.
Capperi (facoltativo)


Pulite i calamari togliendo la testa, le interiora, il gladio e la pellicina esterna facendo attenzione a non rompere la sacca. Sciacquate bene la sacca sotto l’acqua corrente, prendete le teste, eliminate il becco centrale e gli occhi e tagliate i tentacoli a pezzettini.
In un tegame, fate saltare il tentacoli con l’olio d’oliva ed uno spicchio d’aglio schiacciato (foto 1), sfumate con una spruzzata di vino bianco, eliminate l’aglio e aggiungete le acciughe, i capperi e il pane che avrete precedentemente fatto ammollare nell’acqua. Lasciate amalgamare i sapori per un minuto, lasciando eventualmente asciugare. Trasferite il tutto in una ciotola e aggiungete le uova (foto 3), il sale, il pepe, il parmigiano grattugiato, metà del prezzemolo ed uno spicchio d’aglio tritati finemente (foto 2). Riempite i calamari per ¾ con il ripieno, chiudendo con uno stuzzicadenti (foto 4). Fate rosolare uno spicchio d’aglio schiacciato in una padella con un po’ d’olio e aggiungetevi i calamari, spruzzatevi altro vino bianco (foto 5), bucherellate delicatamente con uno stuzzicadenti la sacca del calamaro, coprite e lasciate cuocere per 10 minuti circa.
Un minuto prima della fine della cottura, aggiungete il restante prezzemolo tritato e fate rosolare a vostro gradimento. Servite caldi.
Buon appetito!

Stuffed squid


The squid is a cephalopod shellfish with elongated body. It has a cylindrical coat over his head that contains the internal body parts and also a sword shaped lengthened see-through shell, called “gladio”. When purchasing them, you should choose the smallest ones because they are more tender and tasty. If they have an intense and bright colour it means that they are fresh, if they are yellowish it means they are not fresh.
In cookery it is a suitable fish for various preparations, it is excellent fried and it is also largely used to prepare excellent fish salads. The way I’ve prepared it today it becomes an excellent main course.

Ingredients (serves 2):
Squid 4-5
Stale bread 2-3 slices
Cloves of garlic 3
Anchovies 3
Grated Parmesan cheese 30 g (1,05 oz)
Eggs 1-2
Salt and pepper to taste
A sprig of parsley
Olive oil to taste
White wine to taste
Capers (optional)


Clean the squid by removing the head, the guts, the “gladio” and the outer skins, being careful not to break the sac. Rinse the sac well under running water, take the heads, remove the central beak and the eyes and cut the tentacles into small pieces.
In a saucepan, sauté the tentacles with the olive oil and a crushed clove of garlic (photo 1), add a splash of white wine and simmer until reduced, remove the garlic and add the anchovies, the capers and the bread previously soaked in water and crumbled. Let the flavours blend for a minute, let dry off if necessary. Put the mixture into a mixing bowl and add the eggs (photo 3), salt, pepper, the Parmesan cheese, half of the parsley finely chopped and a chopped clove of garlic (photo 2). Fill the squid with the obtained mixture three-quarters full, then close it with a toothpick (photo 4). Let a clove of crushed garlic brown in a pan with a little 'oil and add the squid (photo 5), sprinkle with other white wine, then, by using a toothpick, gently riddle with holes the squid sac, cover and simmer for 10 minutes.
Before turning off the flame, add the remaining chopped parsley and let it brown to your liking. Serve it hot.
Bon appetit!